Ricorso Cartella Equitalia

Contact Us

Ricorso cartella Equitalia: il termine per impugnare

Quando ti arriva una cartella esattoriale Equitalia, o meglio da parte dell'Agenzia delle Entrate, non è sempre facile mantenere la calma e non di rado puoi lasciarti prendere dallo sconforto. Per quanto non sia un atto piacevole da ricevere, soprattutto considerando il carico di ansia e preoccupazione che esso porta con sé, una cartella esattoriale ritenuta ingiusta può sempre essere impugnata attraverso un ricorso al giudice competente che varia a seconda dell'ente impositore che vanta la pretesa. Ma sai come funziona il ricorso di una cartella Equitalia? Preliminarmente, c'è da tenere presente che i tempi per contestare l'addebito di una cartella Equitalia sono stretti: 60 giorni dall'avvenuta notifica della stessa per i tributi dovuti allo Stato, Regioni, Province e Comuni; 40 giorni per le cartelle aventi a oggetto contributi previdenziali e assistenziali provenienti da Inail o Inps e, infine, 30 giorni per tutte le altre sanzioni amministrative, tra cui rientrano a pieno titolo anche le multe stradali.

Come individuare il giudice competente in un ricorso cartella Equitalia?

Se decidi di impugnare una cartella Equitalia che ritieni illegittima, devi sapere anche a quale giudice rivolgerti. Ed è proprio per questo motivo che rivolgerti al nostro studio legale, gestito dall'Avvocato tributarista Federico Avanzolini, è il primo passo per presentare un ricorso cartella Equitalia completo in ogni sua parte, con l'indicazione esatta della contestazione in oggetto e rivolta al giudice competente a conoscere la materia. Pertanto, bisognerà adire la Commissione Tributaria provinciale nel caso in cui la cartella contenesse tributi, il Tribunale in funzione di giudice del lavoro per i contributi e il giudice di pace o il tribunale ordinario, ovviamente secondo il valore della causa, per le sanzioni amministrative. Come avremo modo di spiegarti presso il nostro studio, con sedi in Roma, Velletri, Latina e Cori, il ricorso avverso una cartella Equitalia dovrà obbligatoriamente contenere le tue generalità, l'indicazione dell'Ente che pretende il pagamento, l'ammontare dell'importo richiesto e, soprattutto, tutti i motivi a sostegno della tua opposizione.

Rigetto o accoglimento del ricorso cartella Equitalia

A seguito della presentazione del ricorso al giudice competente per te si profilano all'orizzonte due possibili alternative: l'accoglimento o il rigetto. Se il giudice accoglie il ricorso dichiarando illegittima la pretesa dell'Ente, egli annulla la riscossione e procede a effettuare lo sgravio degli importi iscritti a ruolo. Quindi, entro 90 giorni dalla decisione del giudice otterrai non solo lo sgravio ma anche la restituzione delle somme eventualmente già versate. Nel caso di rigetto, invece, sarai costretto a pagare ma potrai chiedere all'Ente impositore una rateizzazione che ti consenta di pagare più agevolmente il tuo debito. Per avere maggiori informazioni sulle procedure appena descritte, contatta il nostro studio legale e prendi un appuntamento: insieme a noi potrai concordare la migliore strategia legale da mettere in pratica per difenderti da pretese ingiuste o illegittime.

Consulenza Online

Lo Studio Legale Avanzolini offre un servizio di consulenza tributaria a Roma, Latina e Cori. In caso di impossibilità a recarsi in sede è possibile richiedere una consulenza legale online per avere in tempi brevi informazioni e pareri legali nell'interesse del pubblico (come avviene comunemente per via diretta o telefonica) avvalendosi del mezzo telematico.

Privacy
Oggetto: La scrivente fornisce, di seguito, le informazioni riguardanti l’utilizzo dei dati personali da Lei rilasciati attraverso la compilazione di questo form, in osservanza alle norme di cui al Regolamento UE 2016/679, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati (noto anche come GDPR). I dati concernenti la Sua persona, da Lei spontaneamente forniti tramite la compilazione di moduli informatici, vengono raccolti esclusivamente per consentire il contatto con l’azienda e, eventualmente, eseguire il contratto con Lei concluso. Il conferimento, da parte Sua, dei dati in parola ha natura obbligatoria; il suo eventuale rifiuto non ci permetterà di fornirLe il prodotto/servizio da Lei richiesto (potenzialmente esponendoLa a responsabilità per inadempimento contrattuale) e, comunque, di evadere la Sua richiesta. All’interno della nostra struttura potrà venire a conoscenza dei dati solo il personale incaricato di effettuare operazioni di trattamento dei dati stessi, sempre per le citate finalità. Le ricordiamo inoltre che, facendone apposita richiesta al titolare del trattamento, potrà esercitare tutti i diritti previsti dagli articoli da 15 a 22 del predetto Regolamento UE, che Le consentono, in particolare, la facoltà di chiedere l’accesso ai dati personali e di estrarne copia (art. 15 GDPR), la rettifica (art. 16 GDPR) e la cancellazione degli stessi (art. 17 GDPR), la limitazione del trattamento che La riguardi (art. 18 GDPR), la portabilità dei dati (art. 20 GDPR, ove ne ricorrano i presupposti) e di opporsi al trattamento che La riguardi (artt. 21 e 22 GDPR, per le ipotesi ivi menzionate e, in particolare, al trattamento per finalità di marketing o che si traduca in un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che lo riguardano, ove ne ricorrano i presupposti). Le ricordiamo, altresì, il Suo diritto, qualora il trattamento sia basato sul consenso, di revocare detto consenso in qualsiasi momento, senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca; per fare ciò, può disiscriversi in ogni momento contattando il titolare del trattamento ai recapiti pubblicati sul sito stesso. La informiamo, inoltre, del diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali, quale autorità di controllo operante in Italia, e di proporre ricorso giurisdizionale, tanto avverso una decisione dell’Autorità Garante, quanto nei confronti del titolare del trattamento stesso e/o di un responsabile del trattamento.

   Acconsento al trattamento dei dati

Vuoi sapere di più? Siamo lieti di rispondere.